Passa ai contenuti principali

LA PROF.SSA COLELLA VINCE LA CAUSA CONTRO ENI

"Eni aveva citato in giudizio la Colella per diffamazione chiedendole 5 milioni di euro per danni subiti. 
Il Tribunale di Roma giudica la domanda di Eni infondata e anche temeraria Il Tribunale Ordinario di Roma 1a Sezione Civile con sentenza del 19.07.2017 n. 15676/2017 ha dato ragione alla Prof.
Albina Colella, rigettando integralmente la richiesta di risarcimento danni per diffamazione promossa da ENI nei confronti della professoressa, e anche condannando la società petrolifera per lite temeraria.
Il Tribunale ha così sancito la legittimità dell'informazione scientifica svolta negli anni dalla Prof. Colella, Ordinario di Geologia dell'Università della Basilicata. La vicenda trae origine dalla divulgazione dei risultati della ricerca scientifica della Prof. Colella, fatta a seguito di ripetute sollecitazioni di cittadini lucani, sulle acque sotterranee ricche idrocarburi, gas, sali, metalli, fenoli, tensioattivi, ecc., che nel 2011 erano improvvisamente affiorate su suoli agricoli di Contrada la Rossa (Montemurro), a 2,3 km dal pozzo di reiniezione di scarti petroliferi Costa Molina 2 in Val d'Agri, e che mostravano diverse affinità con quelli che sono i caratteri generali dei reflui di scarto petrolifero. Dopo che i risultati erano stati divulgati anche in trasmissioni televisive nazionali, con interpretazioni sempre espresse nei termini corretti di ipotesi scientifica, il 10 marzo 2015 ENI aveva citato in giudizio la Prof. Colella per chiederle un risarcimento di cinque milioni di euro più 100 mila per diffamazione e danni morali e patrimoniali ipoteticamente subiti dalla società petrolifera. La difesa della Prof. Colella, assistita dagli avvocati Giovanna Bellizzi e Leonardo Pinto del Foro di Matera, si è basata su una corposa e articolata attività legale e produzione documentale volta a dimostrare non solo la totale infondatezza giuridica della domanda di risarcimento danni per diffamazione promossa da ENI, ma anche finalizzata a provare il fatto che la professoressa ha agito sempre nel pieno rispetto del Codice Etico dell'Università della Basilicata, codice di comportamento che chiede ai docenti universitari di garantire la divulgazione dei loro risultati scientifici alla comunità quando questi riguardano potenziali ricadute sulla vita umana e sull’ambiente, come la sentenza del Tribunale di Roma ha chiaramente riconosciuto. Gli avvocati Giovanna Bellizzi e Leonardo Pinto esprimono soddisfazione e dichiarano che la sentenza presenta profili di grande interesse, perchè stabilisce il diritto all'informazione in materia ambientale e riconosce la valenza costituzionale della libertà di opinione quando afferma che "non vi è dubbio che la divulgazione dei risultati della ricerca costituisca legittima espressione del diritto di libertà di manifestazione del pensiero, sancito dall'art. 21 della Costituzione, e di libertà della Scienza garantita dall'art. 33 della Costituzione, senza limiti e condizioni". Inoltre il Tribunale di Roma nella sentenza che dà ragione alla Prof. Colella, afferma che "l'art. 21 della Costituzione, che in questa sede trova diretta applicazione, costituisce un pilastro dello stato democratico e della effettiva possibilità per il popolo di esercitare la propria sovranità essendo stato correttamente informato ed avendo potuto conoscere l'opinione degli esperti in relazione ad ogni settore di rilevante interesse sociale o pubblico". Gli avvocati Bellizzi e Pinto precisano inoltre che il Tribunale di Roma ha stabilito che la somma richiesta alla Prof. Colella a titolo di risarcimento dei danni, essendo del tutto sganciata da qualsiasi parametro che regola il risarcimento nella presente materia, ha giustificato non solo il rigetto della domanda, ma anche la condanna di ENI per lite temeraria che ai sensi dell'art. 96 del c.p.c si risconosce solo quando la parte soccombente ha agito in giudizio con malafede o colpa grave. La Prof. Colella, che non ha mai avuto alcun pregiudizio ideologico sul tema delle fonti energetiche fossili, bensì è stata critica sui relativi impatti ambientali e sulla tutela di una georisorsa strategica come l'acqua, e che in passato ha avuto una fruttuosa collaborazione scientifica con ENI sul sottosuolo e sulle risorse idriche della Val d'Agri, auspica che nel futuro si possano avere percorsi di studio condivisi con trasparenza e sereno confronto scientifico. La Prof. Colella esprime anche soddisfazione per la sentenza, sia perchè ha fatto definitiva chiarezza sull'approccio scientifico che lei ha tenuto sulla questione, sia perchè sancisce il diritto dei lucani ad essere sempre informati in materia ambientale senza dover subire alcun limite o condizione. 

Avvocato Giovanna Bellizzi

Commenti

Post popolari in questo blog

IRCCS CROB Rionero. 5° Notturno Natalizio - Universum Academy e Università della Pace

Magico appuntamento domani 14 dicembre all'IRCCS CROB Rionero, con il 5° Notturno Natalizio, organizzato dalla Universum Academy e Università della Pace. L'evento si terrà nella Sala dell'Accoglienza (vicino auditorium) . 
18 i poeti che declameranno i loro versi con il commento musicale di Vincenzo Albini. 
Una bellissima serata da non mancare.

San Fele, Ruvo e Rapone: scuole amiche dell’Unicef

Natale si avvicina e le scuole di San Fele, Ruvo e Rapone sono impegnate nei preparativi per il Natale. L’11 dicembre la giornata e fredda e il sole è coperto dalle nubi. Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, è accolto dal sorriso delle insegnanti Maddalena Girardi della scuola primaria e Sabrina Fezzuoglio della scuola media che con palloncini colorati, scritte, festoni addobbano l’ingresso. Alle 9,30 si festeggia la pigotta, la bambola dell’Unicef che viene adottata e salva la vita di milioni di bambini in pericolo con cibo, medicine, istruzione. 
Gli alunni nel salone dell’Istituto Comprensivo di San Fele 
Gli alunni delle scuole elementari e medie di San Fele, Ruvo e Rapone hanno lavorato con i genitori e i nonni a casa e a scuola e ora le bambole di pezza sono pronte per sfilare sul palco prima di essere adottate dalle classi. Con i pulman arrivano da Ruvo e Rapone alunni e insegnanti e si può cominciare. Il dirigente scolastico Lorenzo Rispoli…

Asd Volley Club Melfi: Un secco 3 a zero ai danni dell'Erre Volley Matera

I gialloverdi vincono la seconda gara di campionato in casa dell'Erre Volley Matera con un secco 3 a 0. (16-25, 13-25, 10-25). Chiara, ancora una volta, l'indicazione del Direttore Tecnico Michele Drago. Inserire in cabina di regia per tutti e tre i set il giovane regista Allegretti al posto di Vito Luisi che dalla panchina incitava con ottime indicazioni il suo "figlioccio". "Se pur con qualche piccole imprecisioni, Allegretti stà migliorando giorno dopo giorno" - ha dichiarato il Direttore Sportivo Vincenzo Nicola -. "Al giovane Allegretti ho chiesto più volte di anteporre, per questo ruolo molto delicato, il carattere e la grinta prima ancora della giusta tecnica. Devo dire che i risultati stanno arrivando grazie all'ottimo lavoro dei Tecnici e dei consigli degli esperti Luisi e Palumbo. A Matera Rocco è stato uno dei migliori giocatori in campo. Freddezza, carattere e giusta lucidità, insieme a una buona ricezione decisamente migliore rispett…

Conclusa la VI Giornata della Trasparenza Amministrativa all’Irccs Crob. Tema di questa edizione è stato il conflitto di interesse in sanità

Si è conclusa all’Irccs Crob la IV giornata della trasparenza amministrativa, quest’anno dedicata principalmente al tema del conflitto di interesse in sanità. Per il quarto anno consecutivo il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’Irccs Crob, Gianvito Amendola, ha organizzato questo appuntamento con la trasparenza come previsto dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33. Relatori della giornata, oltre al responsabile prevenzione e corruzione, sono stati: la responsabile del trattamento giuridico ed economico del personale Uoc Affari Generali e Personale Erminia Cappiello e il responsabile Uoc Programmazione e Controllo di Gestione Antonio Prospero Colasurdo. Tra i temi affrontati nel corso della mattinata la legge 190 del 6 novembre 2012 che disciplina ex novo anche l’ambito del conferimento degli incarichi in ambito sanitario, l’accesso civico, il whistleblower o procedimento per la segnalazione degli illeci…

Studente universitario di Melfi, Giovanni Balducci, viene premiato a Novara per una tesi sulla mafia di San Luca (Rc). Relatore Nando dalla Chiesa

Lo scorso, 26 novembre a Novara, è stato consegnato il premio da parte dell'Associazione La Torre-Mattarella (associazione nata in ricordo di Pio La Torre e Piersanti Mattarella, vittime della mafia) a quattro tesi dell'università degli Studi di Milano. E' un premio per tesi magistrali, ma quest'anno gli organizzatori hanno esteso il premio anche a chi ha superato la triennale di studi. Tra i premiati, anche uno studente lucano, dell’Università degli Studi di Milano, Giovanni Balducci, originario di Melfi, già studente del Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa. Avvicinato il giovane studente di Melfi, Giovanni Balducci ha dato un sunto del suo lavoro: “La mia tesi sulla criminalità organizzata si basa sulle famiglie e la storia della 'ndrangheta di San Luca (RC), "capitale" della 'ndrangheta, e nel mio elaborato sono riuscito a ricostruire le genealogie di tutte le più importanti famiglie criminali. La tesi ha un titolo significativ…

Il CONI consegna la medaglia di bronzo a Giuseppe Casolino per i suoi meriti sportivi

Il lucano Giuseppe Casolino, residente ad Atella, riceverà lunedì pomeriggio dal Coni la medaglia di bronzo ufficiale guadagnata al secondo campionato europeo di tiro con armi a canna rigata, specialità “Completo”. “Il Coni nazionale” si legge nella comunicazione inviata a Casolino dal presidente del Coni comitato regionale Basilicata Leopoldo Desiderio “su segnalazione della Federazione Armi Sportive in riconoscimento del costante ed efficace impegno da lei profuso per la diffusione dello sport e dei suoi valori nella nostra Regione ed in campo nazionale, ha deliberato di assegnarle per il corrente anno il prestigioso premio della medaglia di bronzo”. La cerimonia ufficiale si terrà lunedì 18 dicembre alle ore 17 presso concessionario auto R-D Ranieri, zona industriale Tito Scalo. Giuseppe Casolino, nella vita quotidiana elettricista, aveva conquistato l’ambita medaglia nel corso del secondo campionato europeo di tiro con armi a canna rigata. Unico lucano tra i quattro componenti d…

Nasce AMORe: Alleanza tra i 3 principali Istituti Oncologici del Sud

E' nata AMORe Alleanza Mediterranea Oncologia in Rete. Con l'obiettivo di garantire cure antitumorali e abbattere il fenomeno dei viaggi della speranza verso il Nord i 3 principali Istituti oncologici del Mezzogiorno: l'Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, l'Istituto tumori di Bari Irccs Giovanni Paolo II e l'Irccs Centro di riferimento oncologico della Basilicata Crob di Rionero in Vulture si incontrano per dare vita ad una nuova rete. I direttori generali Attilio Bianchi, Antonio Delvino e Nicolò Cugno hanno firmato il 29 novembre a Bari la prima convenzione interregionale Campania-Puglia-Basilicata con l'intento di "tracciare la rotta per un nuovo modello di sanità in grado di coniugare i canoni di buona amministrazione con i bisogni assistenziali in continua evoluzione". Nove i punti dell'intesa: creare una Rete interregionale di Istituti oncologici che, attraverso una collaborazione sistematica, il confronto e lo scambio…

TG7 Basilicata 1 Dicembre 2017 - 1.Edizione

Filiano. Le interviste a Lu Muzz'c

RAPONE PAESE DELLE FIABE, Domenica la premizaione del Concorso Fotografico e Gran Finale. Leggi qui il Programma

Nell'ambito del Rapone Fiaba Festival, è in programma domenica 17 dicembre, a Rapone, il Paese delle Fiabe per eccellenza, una giornata ricca di iniziative. Tra le tante, spicca la premiazione del concorso nazionale fotografico "Rapone Fiaba Foto Festival", che ha visto la partecipazione di numerosi fotografi, anche amatoriali, che hanno visitato Rapone e fotografato gli splendidi luoghi. Questo il programma delle iniziative che si svolgeranno nel plesso scolastico di via Manzoni. 

Al via alle ore 17.00 con il convegno dal titolo "La fiaba come attrattore turistico-culturale: da G.B. Basile ai nostri racconti popolari". Interverranno Felicetta Lorenzo (Sindaco di Rapone), Antonio Poziello (Sindaco di Giugliano in Campania), Emmanuele Coppola (giornalista e storico di Basile), Raffaello Glinni (storico), Laura Marchetti (docente di Didattica delle Culture dell’Università di Foggia), Mariano Schiavone (direttore generale APT Basilica…

QUESTIONE ITREC: DEPOSITATA RICHEISTA DI ACCESSO AGLI ATTI

Mediterraneo no scorie (già Mediterraneo no triv) ha inviato alla sogin, all'Arpab e al Comune di Rotondella istanza di accesso a documenti amministrativi per avere le mappe dei monitoraggi e dell'inquinamento riscontrato all'interno dell'ITREC da cromo esevalente e tricloroetilene. In effetti, a tutt'oggi le mappe non risultano pubblicate nei siti web del Comune di Rotondella come anche della Sogin e dell'Arpa Basilicata. La richiesta rientra nell'ambito del diritto che ciascun singolo cittadino ha di acquisire informazioni ambientali mediante l'accesso ai siti web delle istituzioni ma a fronte della carenza di trasparenza riscontrata Mediterraneo no scorie ha deciso di notificare formale richiesta di accesso ai dati. Inoltre, l'associazione ha inviato anche una seconda richiesta di accesso agli atti per sapere e conoscere i risultati dei campionamenti eseguiti dal Sogin delle acque del mare nel lido di Policoro. In effetti, è impor…