Passa ai contenuti principali

Grande successo per la seconda manifestazione “Vita da Campione”: folla di sorrisi, tripudio di palloncini volanti ed esultanza di bimbi scatenati hanno dettato l’andamento dell’intera Domenica sportiva Brose

La scorsa domenica si è replicato con grandi aspettative ed immensa soddisfazione l’evento sportivo e sociale “Vita da Campione”. L’evento marchiato Brose ha visto partecipi le famiglie dell’azienda lucana, la gioviale e grande rappresentanza delle Caritas capitaneggiata dall’amato Don Sandro, gli amici dell’associazione “Talucci Myriam Vulture”.



Alle ore 07:00 del mattino i cancelli del campo si sono spalancati per permettere ai fornitori di entrare nell’impeccabile campo dall’erbetta verde smeraldo e per far in modo che le ancelle fantasia e maestria creassero l’ineccepibile scenografia della favola: 



i palloni marchiati Brose hanno d’un tratto ricoperto saltanti e liberi l’intera area dell’evento, le colorate strutture di palloncini riportanti in corpo il logo aziendale hanno invaso gli spazi non ancora adorni, i grandi gazebi color bianco hanno creato la cara amica ombra per il ristoro delle sedute e il per rinfresco delle prelibatezze del catering viaggianti da carne alla brace a stuzzicherie farcite, a torta multipiano dal cioccolato straripante, a bicchieroni di frutta fresca sapientemente tagliata, a cupcakes da sogno sembranti finti; rappresentanti ognuno uno sport ed esibenti ciascuno una racchetta da tennis, una pallina da ping pong o un pallone da calcio.. 



I bambini, accolti nelle calorose e protettive braccia degli esperti e giovanissimi animatori, hanno trovato libero sfogo e creativa euforia tra gonfiabili giganti, giochi all’ultima sfida, salti da un campetto all’altro, da un diversivo sportivo all’altro, da un sorriso ad una fragorosa risata. 



Ma il ruolo da protagonisti e magici sceneggiatori è stato quest’anno ricoperto dai dipendenti Brose. I dipendenti Brose, calzate le scarpette chiodate all’ultima moda e indossate le variopinte divise da calcio tanto studiate e tanto agognate, sono scesi in campo e si sono battuti in un appassionato e divertentissimo torneo di calcetto. 



Otto le squadre presenti, otto le squadre dai nomi gioviali, sei le squadre della famiglia Brose, 1 la squadra del caro Don Sandro con i suoi “Ragazzi di Don Sandro” e una la squadra dell’associazione “Talucci Myriam Vulture” dal nome “Gli Amici della Brose”. 



I colleghi di ogni giorno hanno deciso di appellarsi in maniera creativa con sigle rifacentesi al lavoro di ogni dì, ed ecco quindi correre in campo le magliette chiamatesi “First” come i nostri principi aziendali, “Le Bilancelle” ovvero le strutture dove si poggiano i nostri prodotti, I Bowden 520 ovvero i cavi che ogni giorno le sapienti mani Brose lavorano, 500X e Renegade come le vetture portanti il carrier Brose, Alfa Team Veloce come la linea Alfa che odiernamente lavora per la vettura Giulia dell’ Alfa Romeo. 



L’innocente scopo di radunare tutti per una goliardica giornata è stato pienamente centrato, la pura volontà di ridere e scherzare insieme è stata esaudita, il desiderio di vivere in libertà ed armonia si è pienamente espresso in ogni singolo urlo di gioia, in ogni singolo paio di occhi orgogliosi, in ogni singola voglia di essere partecipi e presenti a quello che è stato uno dei tanti eventi Brose. 



Le squadre vincitrici che hanno visto i “Renegade” conquistare il secondo posto e gli “Alfa Team Veloce” salire sul gradino di terzi classificati, sono state premiate con originali coppe portanti nella loro targa un augurio speciale; le coppe hanno infatti inciso su di esse la frase “Primo torneo calcetto Brose Melfi”, e l’augurio di noi tutti è che giornate come queste, che tornei e gare sportive si susseguano all’infinito fino a non poter più indicare sulle future targhe il numero progressivo indicante l’evento. 



All’indomani della festa, le coppe sono state calorosamente avvinghiate e gelosamente posate proprio sulle linee produttive delle squadre vincitrici, l’intento dei vincitori era infatti quello di aver i trofei costantemente sott’occhio. 



All’inizio il tentativo di spostare i premi nella vetrata sala riunione è stato guardato di sott’occhio dai primi classificati, i quali hanno poi subito metaforicamente ceduto i trofei perché posto migliore non vi è per custodirli se non che il posto visibile a tutti. “I trofei sono stati infatti posizionati dietro la vetrata principale della meeting room disposta direttamente sullo shop floor in modo da rendere visibile a tutti e dico a tutti i simboli della vittoria, gli emblemi dei nostri principi, la rappresentazione di una giornata impressa nel nostro cuore, il segno della nostra essenza. 



Ed ecco che guardandoli si respira ancora quell’euforia dell’evento appena trascorso e quell’irrefrenabile voglia di replicare il tutto appena possibile” - commenta il Dott. Di Battista, direttore dello stabilimento Brose Melfi. 



“Le foto scattate sono state migliaia, i video girati hanno filmato ore ed ore di aggregazione, gli attimi immortalati sono decine di decine ed ora che mi trovo di fronte all’arduo compito di scegliere la foto ricordo dell’evento 2017,- commenta l’organizzatrice la Dott.ssa Samantha Salvia, -non posso che scegliere quella che a breve rapirà i vostri occhi e farà trepidare il vostro essere: 



Una scritta su un campo, una parola, una gigantografia del nostro logo aziendale…cinque lettere sfavillanti dalle tinte diverse..vi chiederete cosa ci sia di tanto bello o strano in questo..ebbene..osservate bene l’immagine…quella parola è formata da persone, è formata da me e te creante il noi, è formata dagli appartenenti alla famiglia Brose, da quelli appartenenti che come minuscole formichine hanno dato vita nell’insieme a qualcosa di strepitoso”.





Commenti

Post popolari in questo blog

IRCCS CROB Rionero. 5° Notturno Natalizio - Universum Academy e Università della Pace

Magico appuntamento domani 14 dicembre all'IRCCS CROB Rionero, con il 5° Notturno Natalizio, organizzato dalla Universum Academy e Università della Pace. L'evento si terrà nella Sala dell'Accoglienza (vicino auditorium) . 
18 i poeti che declameranno i loro versi con il commento musicale di Vincenzo Albini. 
Una bellissima serata da non mancare.

San Fele, Ruvo e Rapone: scuole amiche dell’Unicef

Natale si avvicina e le scuole di San Fele, Ruvo e Rapone sono impegnate nei preparativi per il Natale. L’11 dicembre la giornata e fredda e il sole è coperto dalle nubi. Mario Coviello, presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, è accolto dal sorriso delle insegnanti Maddalena Girardi della scuola primaria e Sabrina Fezzuoglio della scuola media che con palloncini colorati, scritte, festoni addobbano l’ingresso. Alle 9,30 si festeggia la pigotta, la bambola dell’Unicef che viene adottata e salva la vita di milioni di bambini in pericolo con cibo, medicine, istruzione. 
Gli alunni nel salone dell’Istituto Comprensivo di San Fele 
Gli alunni delle scuole elementari e medie di San Fele, Ruvo e Rapone hanno lavorato con i genitori e i nonni a casa e a scuola e ora le bambole di pezza sono pronte per sfilare sul palco prima di essere adottate dalle classi. Con i pulman arrivano da Ruvo e Rapone alunni e insegnanti e si può cominciare. Il dirigente scolastico Lorenzo Rispoli…

Asd Volley Club Melfi: Un secco 3 a zero ai danni dell'Erre Volley Matera

I gialloverdi vincono la seconda gara di campionato in casa dell'Erre Volley Matera con un secco 3 a 0. (16-25, 13-25, 10-25). Chiara, ancora una volta, l'indicazione del Direttore Tecnico Michele Drago. Inserire in cabina di regia per tutti e tre i set il giovane regista Allegretti al posto di Vito Luisi che dalla panchina incitava con ottime indicazioni il suo "figlioccio". "Se pur con qualche piccole imprecisioni, Allegretti stà migliorando giorno dopo giorno" - ha dichiarato il Direttore Sportivo Vincenzo Nicola -. "Al giovane Allegretti ho chiesto più volte di anteporre, per questo ruolo molto delicato, il carattere e la grinta prima ancora della giusta tecnica. Devo dire che i risultati stanno arrivando grazie all'ottimo lavoro dei Tecnici e dei consigli degli esperti Luisi e Palumbo. A Matera Rocco è stato uno dei migliori giocatori in campo. Freddezza, carattere e giusta lucidità, insieme a una buona ricezione decisamente migliore rispett…

Conclusa la VI Giornata della Trasparenza Amministrativa all’Irccs Crob. Tema di questa edizione è stato il conflitto di interesse in sanità

Si è conclusa all’Irccs Crob la IV giornata della trasparenza amministrativa, quest’anno dedicata principalmente al tema del conflitto di interesse in sanità. Per il quarto anno consecutivo il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza dell’Irccs Crob, Gianvito Amendola, ha organizzato questo appuntamento con la trasparenza come previsto dal Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33. Relatori della giornata, oltre al responsabile prevenzione e corruzione, sono stati: la responsabile del trattamento giuridico ed economico del personale Uoc Affari Generali e Personale Erminia Cappiello e il responsabile Uoc Programmazione e Controllo di Gestione Antonio Prospero Colasurdo. Tra i temi affrontati nel corso della mattinata la legge 190 del 6 novembre 2012 che disciplina ex novo anche l’ambito del conferimento degli incarichi in ambito sanitario, l’accesso civico, il whistleblower o procedimento per la segnalazione degli illeci…

Studente universitario di Melfi, Giovanni Balducci, viene premiato a Novara per una tesi sulla mafia di San Luca (Rc). Relatore Nando dalla Chiesa

Lo scorso, 26 novembre a Novara, è stato consegnato il premio da parte dell'Associazione La Torre-Mattarella (associazione nata in ricordo di Pio La Torre e Piersanti Mattarella, vittime della mafia) a quattro tesi dell'università degli Studi di Milano. E' un premio per tesi magistrali, ma quest'anno gli organizzatori hanno esteso il premio anche a chi ha superato la triennale di studi. Tra i premiati, anche uno studente lucano, dell’Università degli Studi di Milano, Giovanni Balducci, originario di Melfi, già studente del Liceo Classico “Quinto Orazio Flacco” di Venosa. Avvicinato il giovane studente di Melfi, Giovanni Balducci ha dato un sunto del suo lavoro: “La mia tesi sulla criminalità organizzata si basa sulle famiglie e la storia della 'ndrangheta di San Luca (RC), "capitale" della 'ndrangheta, e nel mio elaborato sono riuscito a ricostruire le genealogie di tutte le più importanti famiglie criminali. La tesi ha un titolo significativ…

Il CONI consegna la medaglia di bronzo a Giuseppe Casolino per i suoi meriti sportivi

Il lucano Giuseppe Casolino, residente ad Atella, riceverà lunedì pomeriggio dal Coni la medaglia di bronzo ufficiale guadagnata al secondo campionato europeo di tiro con armi a canna rigata, specialità “Completo”. “Il Coni nazionale” si legge nella comunicazione inviata a Casolino dal presidente del Coni comitato regionale Basilicata Leopoldo Desiderio “su segnalazione della Federazione Armi Sportive in riconoscimento del costante ed efficace impegno da lei profuso per la diffusione dello sport e dei suoi valori nella nostra Regione ed in campo nazionale, ha deliberato di assegnarle per il corrente anno il prestigioso premio della medaglia di bronzo”. La cerimonia ufficiale si terrà lunedì 18 dicembre alle ore 17 presso concessionario auto R-D Ranieri, zona industriale Tito Scalo. Giuseppe Casolino, nella vita quotidiana elettricista, aveva conquistato l’ambita medaglia nel corso del secondo campionato europeo di tiro con armi a canna rigata. Unico lucano tra i quattro componenti d…

Nasce AMORe: Alleanza tra i 3 principali Istituti Oncologici del Sud

E' nata AMORe Alleanza Mediterranea Oncologia in Rete. Con l'obiettivo di garantire cure antitumorali e abbattere il fenomeno dei viaggi della speranza verso il Nord i 3 principali Istituti oncologici del Mezzogiorno: l'Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli, l'Istituto tumori di Bari Irccs Giovanni Paolo II e l'Irccs Centro di riferimento oncologico della Basilicata Crob di Rionero in Vulture si incontrano per dare vita ad una nuova rete. I direttori generali Attilio Bianchi, Antonio Delvino e Nicolò Cugno hanno firmato il 29 novembre a Bari la prima convenzione interregionale Campania-Puglia-Basilicata con l'intento di "tracciare la rotta per un nuovo modello di sanità in grado di coniugare i canoni di buona amministrazione con i bisogni assistenziali in continua evoluzione". Nove i punti dell'intesa: creare una Rete interregionale di Istituti oncologici che, attraverso una collaborazione sistematica, il confronto e lo scambio…

TG7 Basilicata 1 Dicembre 2017 - 1.Edizione

Filiano. Le interviste a Lu Muzz'c

RAPONE PAESE DELLE FIABE, Domenica la premizaione del Concorso Fotografico e Gran Finale. Leggi qui il Programma

Nell'ambito del Rapone Fiaba Festival, è in programma domenica 17 dicembre, a Rapone, il Paese delle Fiabe per eccellenza, una giornata ricca di iniziative. Tra le tante, spicca la premiazione del concorso nazionale fotografico "Rapone Fiaba Foto Festival", che ha visto la partecipazione di numerosi fotografi, anche amatoriali, che hanno visitato Rapone e fotografato gli splendidi luoghi. Questo il programma delle iniziative che si svolgeranno nel plesso scolastico di via Manzoni. 

Al via alle ore 17.00 con il convegno dal titolo "La fiaba come attrattore turistico-culturale: da G.B. Basile ai nostri racconti popolari". Interverranno Felicetta Lorenzo (Sindaco di Rapone), Antonio Poziello (Sindaco di Giugliano in Campania), Emmanuele Coppola (giornalista e storico di Basile), Raffaello Glinni (storico), Laura Marchetti (docente di Didattica delle Culture dell’Università di Foggia), Mariano Schiavone (direttore generale APT Basilica…

QUESTIONE ITREC: DEPOSITATA RICHEISTA DI ACCESSO AGLI ATTI

Mediterraneo no scorie (già Mediterraneo no triv) ha inviato alla sogin, all'Arpab e al Comune di Rotondella istanza di accesso a documenti amministrativi per avere le mappe dei monitoraggi e dell'inquinamento riscontrato all'interno dell'ITREC da cromo esevalente e tricloroetilene. In effetti, a tutt'oggi le mappe non risultano pubblicate nei siti web del Comune di Rotondella come anche della Sogin e dell'Arpa Basilicata. La richiesta rientra nell'ambito del diritto che ciascun singolo cittadino ha di acquisire informazioni ambientali mediante l'accesso ai siti web delle istituzioni ma a fronte della carenza di trasparenza riscontrata Mediterraneo no scorie ha deciso di notificare formale richiesta di accesso ai dati. Inoltre, l'associazione ha inviato anche una seconda richiesta di accesso agli atti per sapere e conoscere i risultati dei campionamenti eseguiti dal Sogin delle acque del mare nel lido di Policoro. In effetti, è impor…