Passa ai contenuti principali

Grande successo per la seconda manifestazione “Vita da Campione”: folla di sorrisi, tripudio di palloncini volanti ed esultanza di bimbi scatenati hanno dettato l’andamento dell’intera Domenica sportiva Brose

La scorsa domenica si è replicato con grandi aspettative ed immensa soddisfazione l’evento sportivo e sociale “Vita da Campione”. L’evento marchiato Brose ha visto partecipi le famiglie dell’azienda lucana, la gioviale e grande rappresentanza delle Caritas capitaneggiata dall’amato Don Sandro, gli amici dell’associazione “Talucci Myriam Vulture”.



Alle ore 07:00 del mattino i cancelli del campo si sono spalancati per permettere ai fornitori di entrare nell’impeccabile campo dall’erbetta verde smeraldo e per far in modo che le ancelle fantasia e maestria creassero l’ineccepibile scenografia della favola: 



i palloni marchiati Brose hanno d’un tratto ricoperto saltanti e liberi l’intera area dell’evento, le colorate strutture di palloncini riportanti in corpo il logo aziendale hanno invaso gli spazi non ancora adorni, i grandi gazebi color bianco hanno creato la cara amica ombra per il ristoro delle sedute e il per rinfresco delle prelibatezze del catering viaggianti da carne alla brace a stuzzicherie farcite, a torta multipiano dal cioccolato straripante, a bicchieroni di frutta fresca sapientemente tagliata, a cupcakes da sogno sembranti finti; rappresentanti ognuno uno sport ed esibenti ciascuno una racchetta da tennis, una pallina da ping pong o un pallone da calcio.. 



I bambini, accolti nelle calorose e protettive braccia degli esperti e giovanissimi animatori, hanno trovato libero sfogo e creativa euforia tra gonfiabili giganti, giochi all’ultima sfida, salti da un campetto all’altro, da un diversivo sportivo all’altro, da un sorriso ad una fragorosa risata. 



Ma il ruolo da protagonisti e magici sceneggiatori è stato quest’anno ricoperto dai dipendenti Brose. I dipendenti Brose, calzate le scarpette chiodate all’ultima moda e indossate le variopinte divise da calcio tanto studiate e tanto agognate, sono scesi in campo e si sono battuti in un appassionato e divertentissimo torneo di calcetto. 



Otto le squadre presenti, otto le squadre dai nomi gioviali, sei le squadre della famiglia Brose, 1 la squadra del caro Don Sandro con i suoi “Ragazzi di Don Sandro” e una la squadra dell’associazione “Talucci Myriam Vulture” dal nome “Gli Amici della Brose”. 



I colleghi di ogni giorno hanno deciso di appellarsi in maniera creativa con sigle rifacentesi al lavoro di ogni dì, ed ecco quindi correre in campo le magliette chiamatesi “First” come i nostri principi aziendali, “Le Bilancelle” ovvero le strutture dove si poggiano i nostri prodotti, I Bowden 520 ovvero i cavi che ogni giorno le sapienti mani Brose lavorano, 500X e Renegade come le vetture portanti il carrier Brose, Alfa Team Veloce come la linea Alfa che odiernamente lavora per la vettura Giulia dell’ Alfa Romeo. 



L’innocente scopo di radunare tutti per una goliardica giornata è stato pienamente centrato, la pura volontà di ridere e scherzare insieme è stata esaudita, il desiderio di vivere in libertà ed armonia si è pienamente espresso in ogni singolo urlo di gioia, in ogni singolo paio di occhi orgogliosi, in ogni singola voglia di essere partecipi e presenti a quello che è stato uno dei tanti eventi Brose. 



Le squadre vincitrici che hanno visto i “Renegade” conquistare il secondo posto e gli “Alfa Team Veloce” salire sul gradino di terzi classificati, sono state premiate con originali coppe portanti nella loro targa un augurio speciale; le coppe hanno infatti inciso su di esse la frase “Primo torneo calcetto Brose Melfi”, e l’augurio di noi tutti è che giornate come queste, che tornei e gare sportive si susseguano all’infinito fino a non poter più indicare sulle future targhe il numero progressivo indicante l’evento. 



All’indomani della festa, le coppe sono state calorosamente avvinghiate e gelosamente posate proprio sulle linee produttive delle squadre vincitrici, l’intento dei vincitori era infatti quello di aver i trofei costantemente sott’occhio. 



All’inizio il tentativo di spostare i premi nella vetrata sala riunione è stato guardato di sott’occhio dai primi classificati, i quali hanno poi subito metaforicamente ceduto i trofei perché posto migliore non vi è per custodirli se non che il posto visibile a tutti. “I trofei sono stati infatti posizionati dietro la vetrata principale della meeting room disposta direttamente sullo shop floor in modo da rendere visibile a tutti e dico a tutti i simboli della vittoria, gli emblemi dei nostri principi, la rappresentazione di una giornata impressa nel nostro cuore, il segno della nostra essenza. 



Ed ecco che guardandoli si respira ancora quell’euforia dell’evento appena trascorso e quell’irrefrenabile voglia di replicare il tutto appena possibile” - commenta il Dott. Di Battista, direttore dello stabilimento Brose Melfi. 



“Le foto scattate sono state migliaia, i video girati hanno filmato ore ed ore di aggregazione, gli attimi immortalati sono decine di decine ed ora che mi trovo di fronte all’arduo compito di scegliere la foto ricordo dell’evento 2017,- commenta l’organizzatrice la Dott.ssa Samantha Salvia, -non posso che scegliere quella che a breve rapirà i vostri occhi e farà trepidare il vostro essere: 



Una scritta su un campo, una parola, una gigantografia del nostro logo aziendale…cinque lettere sfavillanti dalle tinte diverse..vi chiederete cosa ci sia di tanto bello o strano in questo..ebbene..osservate bene l’immagine…quella parola è formata da persone, è formata da me e te creante il noi, è formata dagli appartenenti alla famiglia Brose, da quelli appartenenti che come minuscole formichine hanno dato vita nell’insieme a qualcosa di strepitoso”.





Commenti

Post popolari in questo blog

35.0000 persone alla 15. Edizione del Parco Urbano delle Cantine. Qui le foto

Sarà un'edizione indimenticabile. La 15. Edizione del Parco Urbano delle Cantine di Rapolla è stato un successone. Trentacinquemila persone giunte da tutta Italia, hanno apprezzato i luoghi, i sapori, le atmosfere che solo il Parco Urbano delle Cantine di Rapolla sanno trasmettere. Già dalle prime luci dell'alba su Rapolla si sono versati migliaia di turisti, che si sono aggiunti a quelli che erano presenti la sera precedente. 

Tutti i parcheggi erano pieni, le navette che portavano i turisti da Rapolla, alle cantine, hanno girato senza sosta.  Un grazie alla Polizia Locale e i volontari della protezione Civile e delle Guardie Ecozoofile, che sono riusciti a smaltire il traffico. 

Ma la bellezza di questa manifestazione sono stati gli eventi in programma che hanno accompagnato i turisti per tutta la giornata, e in tutti i luoghi.  Si e partiti nella prima mattinata con la visita alla Cooperativa Rapolla Fiorente, con “Degustazione Pane e Olio in frantoio”. Sempre in mattinata visi…

Rionero. Un grande successo la terza edizione di Briganti o Migranti.

Grazie all’impegno della locale Pro Loco, presieduta dal giovane Cristian Strazza, e dell’Amministrazione Comunale, Apt e Regione Basilicata, a Rionero in Vulture si è rivissuta l’atmosfera del brigantaggio post-unitario. 

“Briganti o Migranti”, si intitola così la tre giorni dedicata alla figura di Carmine Crocco, svoltasi il 13, 14 e 15 Ottobre scorsi, che ha richiamato un gran numero di visitatori provenienti dall’intero Sud Italia. 

Dopo il grande successo della seconda edizione, un vero e proprio boom di spettatori (circa 2000 in totale) ha potuto attraversare le strette vie del centro storico per riscoprire i momenti più significativi della storia del Generale dei Briganti Carmine Crocco. 

 Filo conduttore di questa edizione è stato il “fato” ovvero i motivi che hanno spinto il ribelle rionerese a darsi alla macchia e combattere contro l’esercito piemontese. 12 le scene allestite nel Rione Costa: processo a Carmine Crocco, il fiume, l’infanzia, Crocco e il P…

Aspettando "Briganti o Migranti". Rionero 13, 14 e 15 Ottobre

É venuto il nostro tempo! dissero i contadini
Ancor oggi si dice che la reazione fu il frutto dell'ignoranza, ciò sarà vero, anzi è verissimo, ma, a promuovere la reazione vi concorsero pure questi arrabbiati signorotti di provincia, i quali con sfacciata millanteria dicevano: "venuto il tempo nostro". Ed i poveri oltraggiati risposero: "venuto pure il nostro tempo", e cosi' in molti paesi si ebbero uccisioni, assassinii, depredazioni; i frutti della guerra civile. Fui ricevuto in Stigliano dal prete, un grasso parroco, vestito per le grandi occasioni, che mi venne incontro ed offrendomi il Crocifisso a baciare invocò la pietà e la misericordia pei suoi fedeli rimasti in paese. 

Prevaleva in me e nei componenti la mia banda un sentimento di religione che ci faceva timorosi di fronte a Dio; ognuno di noi aveva appeso al collo il sacro abitino coll'immagine della Madonna, ch'egli invocava a salvezza della vita ne' conflitti, onde la preghiera del pr…

Rionero. UNILABOR Inaugurazione Anno Accademico 2017-2018

Domani, 13 ottobre, alle ore 17,00, presso il Palazzo Giustino Fortunato si terrà la cerimonia di inaugurazione del nuovo anno accademico 2017-18 dell'Unilabor, l'Università delle tre età.  Il saluto inaugurale sarà della Presidente dell'UNILABOR Giuseppina Cervellino. Seguiranno gli interventi di Luigi Di Toro, Sindaco di Rionero e Paola D'Antonio, docente dell'Università di Basilicata. Maria Luigia Bozza del direttivo UNILABOR, presenterà i docenti, e illustrerà i corsi e i docenti.  Buon Anno Accademico a tutti i partecipanti dell'UNILABOR.

Pino Di Lucchio

CORSO DI COMUNICAZIONE RADIOFONICA Relatore Massimo Cervelli conduttore di radio2 rai Hotel Kiris di Viggiano (PZ) 25 e 26 Novembre 2017

Massimo Cervelli conduttore dal 1998 di radio2 rai presso la Sala Congressi dell’Hotel Kiris di Viggiano (PZ) il 25 e il 26 Novembre 2017 terrà un Corso di comunicazione radiofonica-Come diventare DJ e conduttori radiofonici. Il seminario si articola in due giornate, per una durata complessiva di 16 ore: 8 ore il sabato e 8 ore la domenica, dalle 9:00 alle 13.00 e dalle 14:00 alle 18:00. Il corso di comunicazione radiofonica è rivolto a speaker professionisti, amatoriali e aspiranti che vogliono migliorare la tecnica di conduzione radiofonica e scoprire i metodi di una comunicazione efficace e diretta. Durante le due giornate il conduttore di radio2 rai svolgerà un vasto programma strutturato in due parti: teorico e pratico. La prima parte sarà dedicata alla costruzione di una scaletta di un programma radiofonico e musicale, all’intervista, alla costruzione di un intervento radiofonico partendo da una notizia, alle tecniche di Presentazione di un evento Live e alle tecniche di dizion…

Il lucano Nicola Nigro, di Rionero in Vulture, conquista una bella vittoria al campionato di corsa automobilistico di Greccio (Rieti)

Grande vittoria per il pilota rionerese Nicola Nigro in gara lo scorso weekend al 16°Slalom Nazionale di Corsa su Strada automobilistico di Greccio, provincia di Rieti, località nota per il presepe più antico del mondo, voluto da San Francesco D’Assisi. 
Classificandosi al 1°posto in classifica e 1° di gruppo, a bordo della sua Citroën Saxo VTS 1.600 16v Gr. N3 sfidando concorrenti in classe di rilevanti capacità, piazzandosi così al gradino più alto in classifica. 


Che dire, dopo il 1° posto di slalom di Forino e quest’altra vittoria del 2017,auguriamo al nostro pilota lucano una carriera piena di soddisfazioni. 
Lorenzo Zolfo

Ordinazione episcopale di S.E. rev.ma Mons. Ciro Fanelli, celebrazione della prima santa Messa Pontificale e presa di possesso della diocesi di Melfi-Rapolla- Venosa

Sarà celebrato mercoledì 18 ottobre 2017, alle ore 17.00 , presso la Basilica Cattedrale di Lucera, il Rito di ordinazione episcopale di Monsignor Ciro Fanelli , ve- scovo eletto della diocesi lucana di Melfi-Rapolla- Venosa. La solenne Concelebrazione Eucaristica, nella festa li- turgica di san Luca evangelista, sarà presieduta da Sua Eccellenza reverendissima Monsignor Giuseppe Giuliano, vescovo di Lucera-Troia, mentre avrà come con-ordin anti Sua Eccellenza reverendissima Monsignor Salvatore L igo- rio, arcivescovo metropolita di Potenza-Muro Lucano - Marsico Nuovo, e Sua Eccellenza reverendissima Mons ignor Domenico Cornacchia, vescovo di Molfetta-Ruvo- Giovinazzo-Terlizzi, già vescovo di Lucera-Troia. Per l’atteso e- vento sono state in- viate alcune indicazioni da parte dell’Ufficio Liturgi- co Diocesano, secondo cui i fedeli delle parrocchie della diocesi di Lucera-Troia potranno accedere in Cattedrale dalle ore 16,15…

A Ruvo del Monte un polacco ucciso per motivi passionali

Un cittadino polacco di 39 anni è stato ucciso la notte scorsa a Ruvo del Monte al termine di una lite per motivi passionali con un rumeno. Il tutto è avvenuto durante una cena, dove era presente un terzo amico, anche lui rumeno. A quando sembra, dopo è scoppiata una lite, finita in tragedia. I Carabinieri - coordinati dal pm di Potenza Vincenzo Lanni, che si è recato sul posto - hanno arrestato un romeno di 42 anni.
Pino Di Lucchio

Ad ottobre "Programma Senior" in tutti gli uffici postali della provincia di Potenza

Per tutto il mese di ottobre una campagna dedicata agli over 60  Fino al 31 ottobre, in tutti gli uffici postali di Potenza e provincia, è in corso la campagna “Programma Senior”, l’iniziativa che si rivolge alla clientela over 60 contenente informazioni utili a conoscere la speciale offerta di Poste Italiane. Una delle principali informazioni che in questo mese verranno ricordate ai clienti senior riguarda l’assicurazione gratuita sul furto di contante nelle due ore successive alla riscossione della pensione per tutti coloro che hanno accreditato il rateo sul tradizionale libretto di risparmio o sul conto BancoPosta. E’ stato inoltre realizzato un pacchetto di servizi dedicati con particolari agevolazioni in promozione che vanno dalle molteplici soluzioni di telefonia fissa e mobile, alla polizza assicurativa “PostaProtezione Infortuni Senior” al prestito “Quinto BancoPosta Pensionati”. In Italia sono oltre 13 milioni i residenti con un’età super…

Rionero. Conto alla rovescia per l'evento "Briganti o Migranti"

Ancora pochi giorni di attesa per la terza edizione di “Briganti o Migranti”, il percorso storico\rievocativo interamente dedicato alle gesta del generale dei briganti Carmine Crocco. Alla guida di questa edizione che si terrà il 13, 14 e 15 Ottobre ci sarà sempre la Pro Loco di Rionero che già nelle due edizioni precedenti ha raccolto importanti consensi di pubblico e studiosi del fenomeno. Un percorso rinnovato nei contenuti che però si distribuirà sempre nello storico Rione Costa di Rionero. 

“Questa edizione – riferisce il Presidente della Pro Loco di Rionero Cristian Strazza – si è arricchita di tanti nuovi partner teatrali che renderanno ancora più emozionante il percorso che attraverso il , racconterà le tappe più importanti della vita di Carmine Crocco”. Alla regia della Parata Gerardo Nardozza, autore di importanti testi teatrali sulla storia rionerese, che sulla base di atti e libri storici ha ricostruito le vicissitudini del generale rionerese. “Ma la manifestazione…

TG7 Basilicata Supplemento a SIDERURGIKATV testata giornalista Registrata al Tribunale di Potenza. Num. Reg. Stampa 470