Passa ai contenuti principali

VENOSA 27 APRILE 2014. IL 28° CERTAMEN HORATIANUM PER LE SCUOLE ITALIANE VIENE VINTO DA ANTONIO ROMANO DEL LICEO CLASSICO “Q.O.FLACCO” DI POTENZA, PER LE SCUOLE STRANIERE DA UNA STUDENTESSA DI BERLINO, MAUEL ANNA ZOE E PER I LICEI ARTISTICI DA UNA STUDENTESSA DEL LICEO ARTISTICO “PASCALI” DI BARI,ANGELA ALESSIA COVERTA.

Nell’aula magna dell’I.I.S.S. “Quinto Orazio Flacco” lo scorso 27 aprile si è svolta la cerimonia di premiazione del 28° Certamen Horatianum, la prova di Latino nella quale studenti italiani e stranieri si cimentano su un brano del poeta di Venosa, Orazio. A vincere per le scuole italiane uno studente del Liceo Classico “Q.O.Flacco” di Potenza, Antonio Romano. Prima della premiazione dei vincitori, il prof. Paolo Fedeli, presidente del comitato tecnico-scientifico del Certamen e accademico dei Lincei ha tradotto in italiano il testo oggetto della prova: “ quest’anno ricorre il bimillenario della morte di Augusto ed il sorteggio ha favorito un brano che tesse le lodi di Augusto, di cui Orazio era un assiduo cantore”. Il dirigente scolastico prof.ssa Mimma Carlomagno ha ringraziato: “siamo giunti all’epilogo del 28° Certamen Horatianum. 
 
Un grazie agli studenti partecipanti, un esempio da imitare,rappresentano l’alto valore della cultura. Continuate sulla scia di Orazio, ad inseguire dei sogni.Ringrazio la Presidenza della Repubblica per il patrocinio e dono della medaglia d’argento, la Regione Basilicata, il Comune di Venosa, l’APT, la Soprintendenza ai Beni Culturali, la prof. Reggente,referente del Certamen e tutti i collaboratori, compresi i genitori degli alunni di Venosa, per la riuscita dell’evento”. Il prof. Corcella, membro della commissione del Certamen da 20 anni e docente dell’Università di Basilicata ha esaltato questo evento: “questo incontro serve a mantenere in auge le eccellenze con una scuola vitale, qual è il Quinto Orazio Flacco di Venosa, che esalta lo sviluppo della cultura classica”. Il sub-Commissario dott.ssa Lucia Coviello del Comune di Venosa ha considerato il Certamen tra le più rinomate rassegne di cultura classica. Il vice-presidente del Consiglio Regionale, Franco Mollica, originario di Venosa, ha avuto parole di elogio per questa scuola che “cresce sempre di più, con nuovi indirizzi, dall’anno prossimo, al già Liceo Classico e Scientifico, si affiancherà una classe del Liceo Musicale, proposto da sottoscritto nell’ultimo piano di dimensionamento scolastico. Investire in cultura, significa investire su se stessi. 
La Regione Basilicata è vicina alla scuola, tende a promuovere le eccellenze”. Il prof. Caputo, ispettore presso l’Ufficio Scolastico Regionale ha detto: “ il Certamen Horatianum, organizzata da una scuola che si mette in gioco per migliorare le competenze di intere generazioni, rappresenta il fiore all’occhiello dell’intera regione”. Il presidente del consiglio di istituto, M.Antonio Gremigna ha esaltato le non poche fatiche di una macchina organizzativa che si muove tanti mesi prima per promuovere questa prova di cultura classica.Il prof. Paolo Fedeli ha aperto le buste contenenti i nomi delle menzioni e dei vincitori. Per la sezione Liceo Artistico il 1° premio di euro 700,00 è andato ad Angela Alessia Coverta del Liceo Artistico “Pascali” di Bari che ha realizzato un’opera d’arte con evidente tecnica dell’astrattismo,elaborando in modo chiaro i contenuti riportati nell’ode. “ a tal proposito-riferisce il prof. Donato Nardozza, docente di Arte, commissario-il candidato ha immaginato di rappresentare la natura descritta da Orazio secondo uno sviluppo ascensionale che parte dal naturalismo, man mano perde forma e si proietta verso l’astrattismo.
 
Parallelamente al segno grafico anche il colore impone una visione descrittiva attraverso un punto di fuga in basso di verde naturale, risale poi mimetizzandosi con l’atmosfera fino a perdersi nel candido bianco neve”. Le due menzioni speciali andate a due studenti del liceo Artistico “De Nittis” di Bari,Angelica Mancini e Bruno Pietrantonio. Per la sezione Scuole Straniere il 1° premio “Masturzo”di euro 700,00 è stato vinto da una studentessa di Berlino, Mauel Anna Zoe ( “la candidata ha tradotto in maniera fedele e corretta il testo oraziano, mostrando di comprenderne il messaggio. Il commento esauriente ben illustra il contesto storico in cui l’ode è inserita”). Le due menzioni andate a Wu Linda del “Gimnasium” di Vienna e Ileana Gabriela Popescu del Colegiul National “Unirea” di Bucarest. Per la sezione Scuole italiane il 1° premio di 700,00 euro è stato vinto da Antonio Romano del Liceo Classico “Q.O.Flacco” di Potenza, che ha vinto anche il premio Eccellenza Miur e parteciperà alle Olimpiadi Classiche di Palermo dal 5 all’8 maggio. Ecco la motivazione: con buona scioltezza il candidato si confronta con il testo oraziano e con le problematiche sottese all’ideologia augustea. L’elaborato, infatti, fa trasparire sia una particolare convivenza con la scrittura del Venosino sia un’adeguata competenza interpretativa, frutto di una spiccata passione per i classici e di una sistematica institutio linguistica”. 2° premio di euro 500,00 vinto da Giovanni Tomassucci del Liceo Classico “Visconti” di Roma. 3° premio (300,00 euro) vinto da Martina Lorusso del Liceo Classico “Cagnazzi” di Altamura. Sei le menzioni speciali andate a Paola Mocella e Ida De Santis del Liceo Classico “P.Colletta” di Avellino; Elisabetta Mahmutovic  Liceo Classico “Stellini” di Udine. Maria Mascelloni  Liceo Classico “Properzio” Assisi.Alberto Merzari Liceo Classico “Minghetti” di Bologna e Antonio Russino Liceo Classico di Potenza. Avvicinato il vincitore Antonio Romano, presente con tutta la famiglia, ha ringraziato gli insegnanti che l’hanno preparato: “ una vittoria che non me l’aspettavo, in quanto la prova era abbastanza impegnativa.Questo premio lo dedico ai docenti che mi hanno messo in condizione di arrivare preparato a questa prova, i proff. Lacerra, Torrio e Scarfiello”. Il papà Fiore ha aggiunto: “ nutro profonda soddisfazione per mio figlio, convinto che la cultura, in un mondo globalizzato, alla fine premia”. La prof.ssa Claudia Mazzilli del liceo classico “Cagnazzi” di Altamura da sei anni partecipa al Certamen: “sono responsabile dei corsi di eccellenza, credo molto nel rapporto scuola-università. Il docente deve essere studioso e studente”.
 
Lorenzo Zolfo

Le foto riprendono i relatori ed vincitori della sezione Liceo artistico (Angela A. Coverta)) e scuole italiane ( Antonio Romano liceo classico Q.O.Flacco di Potenza). Antonio Romano insieme al compagno Antonio Russino che ha ricevuto una menzione.

Commenti

Post popolari in questo blog

Attimi di paura a Lavello per la rottura di una pala eolica

Da una segnalazione giunta da Lavello, vi informiamo di un fatto gravissimo. A pochi metri da abitazioni e vicinissimi ai fili di un eletttrodotto di portata nazionale, si è spezzata nel pomeriggio di oggi, una pala eolica non ancora in funzione.  I cittadini si interrogano: L'incolumità pubblica è seriamente minacciata? E se la pala eolica era funzionante?   Bisogna riflettere sull'eolico selvaggio e dare più ascolto alle proteste ed opposizioni dei cittadini.
Pino Di Lucchio

Avrà pure un cuore di pezza ma ogni anno salva la vita di migliaia di bambini. Nell’Istituto Comprensivo “ Berardi- Nitti” di Melfi si creano 60 pigotte Unicef

Sedute tra i banchi dei loro alunni le maestre dei plessi “Nitti” e “Cappucini” dell’Istituto Comprensivo” P. Berardi- “ F. S. Nitti” di Melfi, ascoltano attente la professoressa Giulia Di Stasi, responsabile dell’area Vulture Melfese del Comitato Provinciale Unicef di Potenza, che spiega come si cuciono le pigotte. La dirigente scolastica Anna Maria Filomena Guidi ha aderito a “Scuola Amica”, il programma per le scuole dell’Unicef,e la referente Vincenza Stallone ha accettato l’invito del presidente del Comitato Provinciale Unicef di Potenza Mario Coviello di avviare nelle quinte laboratori per creare ben 60 pigotte. Le pigotte, adottate con un contributo di 20 euro, hanno salvato la vita di oltre un milione e mezzo di bambini in tutto il mondo. Da 19 anni in tutta Italia queste bambole di pezza sono realizzate interamente a mano con la creatività e l’impegno di tanti volontari e con la loro adozione l’Unicef raggiunge ogni bambino in pericolo portando vaccini, alimenti terapeutici e…

Nuovi ingressi nella dirigenza del Volley Club Melfi

Considerata l’esperienza positiva dello scorso anno, primo anno di attività, la dirigenza con a capo la Presidente Teresa Sedile, ha ritenuto opportuno allargare i componenti del direttivo nell’ottica di una crescita sportiva finalizzata al raggiungimento di traguardi ancora più prestigiosi. Entra a far parte del consiglio direttivo il Prof. Giuseppe Quaranta a cui verrà affidato il ruolo di Responsabile della preparazione atletica affiancato dal nostro giovane Antonio Quaranta. “Vista la bontà del progetto sportivo e considerata anche la serietà degli attuali dirigenti, intendo dare un contributo sul piano professionale per la crescita sportiva dei giovani melfitani”. Questa la dichiarazione del Prof. Quaranta. E ancora: “a una prima visione dei giovani atleti ritengo che la squadra, La Perla Volley Club Melfi, sia già iperdimensionata rispetto al campionato cui parteciperà ed è una squadra che è solamente destinata a crescere. Mi conforta anche il fatto che ci sia nell’amb…

MELFI. L'I.I.S. “FEDERICO II DI SVEVIA” PER IL RAFFORZAMENTO DELLE LINGUE STRANIERE RINNOVA UN GEMELLAGGIO CON PARIGI E NANTES

Nei giorni scorsi l'I.I.S.”Federico II di Svevia”, diretta dal prof.Michele Corbo, ha svolto una esperienza scolastica fuori dalle mura. Un gemellaggio con la Francia per un rafforzamento delle lingue straniere (Francese e Inglese). Ad accompagnare gli studenti, le prof.sse Bufano e Verrastro. Tanto entusiasmo tra gli studenti, Daria Liccione, Beatrice Scarpaleggia, Sara Silvestre della IIA Linguistico; Ludovica Nella della IIA Scientifico, di ritorno da questa esperienza scolastica, hanno riferito: “ è stata unica e straordinaria, per le nuove persone conosciute, per i posti, per la nuova cultura: una meravigliosa opportunità di immedesimarci nel nuovo Paese. 

Abbiamo avuto l’occasione di parlare in francese e in inglese con i nostri corrispondenti, sentirci stimolati, entusiasti, abbiamo stretto amicizie, ci siamo sentiti a casa pur standone fuori, grazie alla impeccabile ospitalità francese. Per molti di noi è stata la prima esperienza all’estero e la prima volta da soli, sia…

Cinema barocco tra Ginosa e i Sassi di Matera

La moda sogna e disegna un futuro preromantico. Gli abiti essenziali e funzionali che avevano dominato gli ultimi anni del secolo scorso e gli inizi del Millennio, lasciano il posto a volute e maniche a sbuffo, che riattualizzano fanno rivivere le suggestioni del tardo settecento e del primo ottocento nella ricerca di un fasto, più immaginato e immaginifico, più che intimamente vissuto, quasi in stile Secondo impero. Anche il cinema riscopre e asseconda questo trend scendendo in provincia a cercare ispirazione in un mondo magico e ammantato di mistero. È questa la chiave per capire e interpretare il revival delle pellicole in costume che hanno trovato nella Puglia la location ideale. 

La Murgia del tarantino e del barese è diventata lo scenario più congeniale, con le sue Gravine e Lame, per reinventare castelli e luoghi fantastici. A beneficiare di questo nuovo filone, oltre ai paesi rivieraschi di quella che fu la Magna Grecia, è anche Ginosa. Esce giovedì in anteprima na…

Prima visita del nuovo Vescovo Fanelli all’Irccs Crob

Nel corso della visita all’Istituto di ricerca Il Vescovo della Diocesi di Melfi, Rapolla, Venosa ha presieduto la Santa messa per gli ammalati.
“E’ stato significativo per me poter stringere la mano al alcuni pazienti” ha esordito S.E. Don Ciro Fanelli il nuovo Vescovo della Diocesi di Melfi, Rapolla, Venosa, nel corso della sua prima visita all’Irccs Crob accompagnato dal direttore generale Giuseppe Nicolò Cugno, e dal direttore sanitario Sergio Maria Molinari “voi lo fate ogni giorno con il cuore, la professionalità e la competenza e la vostra mano è la mano di tutta la comunità lucana”. Partendo la gesto evangelico dello stringere la mano al fratello in difficoltà il Vescovo ha esortato il personale medico, sanitario, amministrativo, i volontari che operano nell’Istituto e i parenti degli ammalati a saper vedere nella persona che abbiamo accanto un valore che bisogna onorare, che è il volto di Dio. 


Amore e tenerezza le due direttrici indicate dal Vescovo nel corso della sua visita …

Diretta dall'IRCCS-CROB Rionero della Santa Messa di Mons. Ciro Fanelli

Domani 15 novembre il nuovo Vescovo della Diocesi di Melfi, Rapolla, Venosa, S.E. Mons. Ciro Fanelli, visiterà l'Irccs Crob. Alle ore 10 la visita del Vescovo agli ammalti dell'Hospice. Alle ore 11 la Santa Messa presso l'Auditorium Cervellino. Sulle pagine facebook dell'IRCCS-CROB e TG7 Basilicata potrete seguire la diretta.

A Ripacandida l'UNPLI Basilicata presenta il libro BASILICATA UNA BELLA SCOPERTA. Diretta WEB su TG7 Basilicata

Sabato 18 novembre 2017 alle ore 17:30 nel Santuario di San Donato a Ripacandida (PZ) si terrà un incontro promosso dall'Unpli Basilicata con il patrocinio del Mibact, per la presentazione della pubblicazione/report finale relativo al progetto di Servizio Civile Nazionale dal titolo “Basilicata: una bella scoperta” . 22 sedi Pro Loco coinvolte, 36 Volontari impegnati, 36 Olp e Presidenti di Pro Loco a disposizione dei Volontari, oltre 1400 ore annue di impegno complessive per 12 mesi intensi di attività di ogni singolo Volontario: sono questi i numeri tangibili che danno il senso di un lavoro straordinario realizzato con il progetto “Basilicata: una bella scoperta”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Naziomale.  Le 22 Pro Loco che hanno realizzato il progetto “Basilicata: una bella scoperta” sono: Acerenza, Armento, Avigliano, Barile , Calciano, Cirigliano, Filiano , Gallicchio, Maratea, Metaponto, M…

Lo Sport Paralimpico verso l’inclusione scolastica: elementi di didattica pratica ed obliqua per competenze

Martedì 14 novembre presso l'Auditorium dell'Istituto Comprensivo BerardiNitti di Melfi si terrà un breve seminario organizzato in collaborazione con il CIP (Centro Italiano Paralimpico), FISPIC NAZIONALE (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi) e lo stesso Istituto. Il tutto nasce per rendere consapevoli i ragazzi ed avvicinarli alle discipline atletiche praticate e praticabili da persone con disabilità fisica, psichica, sensoriale a conferma che lo sport è portatore di valori quali l’inclusione e l’integrazione e che nello sport ognuno può esprimere la propria attitudine, talento e abilità senza distinzioni, perché la disciplina sportiva è per tutti. 

In seguito ci sarà un Workshop di Showdown, dove verrà dimostrato ai ragazzi ed in seguito parteciperanno ad un torneo a tabellone tennistico con 32 partecipanti. Dai quarti di finale si giocherà ad occhi bendati sperimentando il gioco al buio e focalizzando la propria percezione e concentrazione solo su…

SACRA LINFA: un viaggio alla scoperta dell'Aglianico del Vulture.In corso le riprese per la realizzazione del docu-film

Il Vulture-Melfese ancora alla ribalta televisiva. Dopo "Sereno Variabile" e "Linea Verde", in questi giorni sono in corso le riprese di "Sacra Linfa", mediometraggio dedicato alla valorizzazione dell'Aglianico del Vulture.Il progetto, sviluppato dalla casa di produzione BWEB, lucana, e molto attiva a livello nazionale, si fregia della collaborazione della Regione Basilicata per la promozione del prodotto simbolo dell'area vulture-melfese.Christoph Hulsen - attore tedesco di origine, ma italiano per vocazione - interpreterà il ruolo di Allen, giornalista trentenne chiamato ad avviare un blog sul food and wine. 

La sua prima sfida sarà quella di raccontare la produzione, i profumi e i segreti del vino Aglianico del Vulture.Il viaggio di Allen si snoderà tra le dolci pendici del vulcano, alla scoperta dei protagonisti e dei sapori di questa terra ricca quanto inesplorata.A guidarlo nel corso del suo itinerario vi saranno guide, amici e maest…